lunedì 14 gennaio 2008

Blogcena al Rifrullo

Io braco spessissimo in un sito troppo carino, nonchè mia fonte d'ispirazione anche per lavoro, che si chiama ioamofirenze. E' scritto da una figliola troppo ganza, la Nelli, che ammiro molto e che vedo molto ma molto simile a me. Insomma, su sto sito ci sono vari commentatori fissi, un pò come su questo, ma molti di più e che interagiscono anche tra di sè. Insomma, Nelli ha deciso di raggruppare questi nick senza volto, e fare una blogcena.
Sinceramente ansia da prestazione, ma curiosità ai massimi. La Giulia (alias Giulius80) anche lei commentatrice, ha deciso di scendere a Florentia apposta per la cena, e dandoci manforte a vicenda siamo andate.

La preparazione e il restauro sono stati ricchi di risatine isteriche e nervose.

La cena era al Rifrullo, localino molto carino a San Niccolò, una delle zone più fighe e vere di Firenze. E' centrale, ma abbastanza easy per il parcheggio, ma fuori le mura mi raccomando, sennò i vigili non ti danno tregua tutta la sera, c'è chi ha dovuto spostare la macchina tre volte.
Noi eravamo con il buon vecchio Benicio, il mio scooter, quindi no problem.

Il prosecchino a stomaco vuoto ha aiutato a sciogliersi, poi la gente era ganza, simpatica, e c'era un sacco di cose di cui parlare, ma non le solite banalità da imbrocco in discoteca, c'era davvero interesse di sapere dell'altro. Non sapevo che aspettarmi da una cena di gente conosciuta su internet, mi aspettavo magari gente tipo nerds, o qualche maniaco, invece tutti, ma ripeto TUTTI, ganzi e alla mano. Bella boccia.

Come cibo, sufficienza piena, diciamo che poteva andare meglio, ma per sfamare un gruppo di 22/24 persone poteva anche andare peggio.

Antipasto ottimo, taglierone affettati, salsina ai fegatini, pecorino e marmellata e miele, ottimo. Primo pici alla senese un pò duretti e un pò salati, effetto pastone, ma passabili dai.

Secondo carni fritte, il pollo (che qualcuno ha fatto credere fosse cervello) era buonissimo ma la cotoletta era gommosa, un c'è piaciuta. Insalatina e patate al forno.

Dolce "cheese-cake" con il pan di spagna (ahhh sacrilegio!) sopra e sotto, che sapeva solo di yogurt... mmm, cambiate nome a questo dolce signori... è una bestemmia per gli amanti del cheese-cake. Era bono, ma unn'era cheese-cake. O via.

Ma non si era lì per il mangiare diciamocelo, ma per conoscere la Nelli e conoscersi tra di sè, e sotto questo aspetto è andato tutto alla grande!


Glossario:
braco-bracare: curiosare, ficcare il naso negli affari altrui, ma anche spettegolare (e tu sei un bracone di nulla!)
imbrocco-imbroccare: rimorchiare un/a ragazza/o
bella boccia: espressione tipica elisese per intendere alla grande, perfetto! Dal gioco delle bocce, quando uno effettua un bel lancio e esclama "bella boccia!"

4 commenti:

giulius80 ha detto...

Porco boiiia devo veramente smettere di fare ste facce a caxxo nelle foto!!!!la parte meglio , a parte la cena, è stata la fuga in stile spie per Firenze... boia!

Marco ha detto...

ganza l idea della blogcena ^^
L espressione tipica elisese bella boccia al plurale ha un altra valenza per Markinga.. :)
un salutone!!

Mark

Elisa ha detto...

Markinga fai il bravo, non si dicono queste cose :)
la blogcena è stata una ganzata. lo guardi mai te il sito ioamofirenze?

Marco ha detto...

macchè, non l avevo mai visto..
Alla prossima vengo anche io a fare un po i bischero.

ps..oh le rotondita' mi hanno sempre affascinato :D

Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...