giovedì 30 dicembre 2010

La mia vita in una scatola

Ricorderete sicuramente il mio post in cui vi provavo a vendere i mobili di casa mia....
Ecco, vi volevo aggiornare sullo stato delle cose, così tanto per ragionare "a quattr'occhi " con degli amici e sfogarmi un pò...
Per chi mi conosce, sa che l'Elaiza non ama indugiare e starsene sul famoso albero a cantare, e quest'anno di attesa di non si sa bene icchè in cui abbiamo provato a vender casa mi ha innervosito alquanto, questa inattività forzata, questo "no via ora non facciamo questo perchè se poi si vende casa... no via, ora unn'andiamo in vacanza a modo, perchè se poi si vende casa..." senza parlare di non-progetti molto più importanti, insomma a me stare a aspettare il destino e non gestirlo mi irrita parecchio.

Dal momento in cui s'è deciso "basta si sta qui e si fa i lavori" mi son rinfervorata a palla, sembravo l'Opera del Duomo quando hanno ritrovato il corpo di San Zanobi, e m'è presa bene, e da lì - Novembre - a oggi - Dicembre - casa sgombra e in attesa dei muratori lunedì prossimo, il passo è stato davvero breve. Troppo forse, ma preferisco così, che vi devo dire.
Poro Leo a stammi dietro vu direte... il mi fratello dice c'ha l'armadio pieno d'aureole, boh...

In du balletti s'è scelto la nuova cucina, il nuovo armadio-libreria, il divano, le mattonelle, il parquet per la camerina, ora mi piglia 2000 dubbi sul "ma che avrò azzeccato coi colori???" ma solo chi vivrà vedrà.

Il problema mobili da vendere è stato prontamente risolto. Ho messo le foto su subito.it, quotazione ovviamente ridicola, ma sempre meglio che pagare qualcuno per venire a sgombrarti casa no?? e poi qualcuno può ri-usare qualcosa che è ancora in buonissime condizioni.

Venduta cucina, venduto divano, venduto tavolo, ma poi pentita allora bidonato quello del tavolo - la televisione ha capito che aria tirava e si è suicidata (vi giuro, oggi son andata a finire le scatole e non funzionava più!!!) .
L'unica cosa rimasta era il bellissimo mobile del salotto, che abbiamo dovuto far smaltire dalla Quadrifoglio, quello proprio m'è girato veramente ma veramente le scatole.

So una venditrice io che nemmeno - il Leo ha assistito alla mia vendita cucina, ammutolito si è nascosto nella cabina armadio perchè temeva che avrei venduto anche lui.

Ora, in 3 giorni abbiamo fatto tutti gli scatoloni e stipati nell'unica camera che rimarrà sana (oltre il bagno), cioè la nostra. La notte di Natale è stata l'ultima nella nostra casina, ora siamo bellamente accampati a casa Suoceri (porini, che pazienza, tra tutti).
Seba è nel paese dei balocchi, senza asilo nido, coi genitori, coi nonni, tutti all together, pare dopato da com'è felice.

Io nonostante la felicità per le decisioni prese, per il vigore e l'energia che comunque mi danno i cambiamenti, da buona Cancerina soffro come una bestia a toccare, spostare, riguardare, e dover o inscatolare o peggio BUTTARE tutte le mie cose, i miei ricordi, i miei fogli, bada indol'era finito questo e quello, le foto, i bigliettini, i libri, o mamma mia che sofferenza non potete capire, o forse si, basta che avete fatto un trasloco nella vostra vita...
Fosse stato per me mi sarei abbandonata con dolcezza ai ricordi, con un sottofondo musicale, strascicata per terra, e avrei adagiato piano piano gli oggetti in scatole a modino, sorridendo per un'immagine, sfrignoccolando per un'altra.... invece i giorni erano pochi e le cose da fare tantissime, e l'inscatolamento di massa mi ha rabbuiato il cervello, sembravo un automa, ma dentro di me ho sofferto davvero tanto.

Tra l'altro nel bordello ho perso una trousse in cui avevo messo i miei orecchini preferiti, la mia collana della Breill e un braccialetto che ho da 40 anni, e non lo trovo più, mi sento molto Carrie quando a Parigi non trova più la collanina, poi lei la ritrova nella fodera della borsa, speriamo anch'io.....

Il rovescio buono della medaglia era che abbiamo ritrovato sotto il divano tutte le palline della Lucy, i balocchi di Seba dentro la cassa dello stereo (......) e la mezzaluna in cucina, che era 8 mesi la si cercava. Vedi, c'è sempre il lato positivo in tutto.

Sono in vena di confessioni stasera, ma domani vi metto anche delle foto, così vi rallegrate..
Buon Anno se un ci si risente prima...

Panico e terrore



La cucina... prima...


...durante....

...ora...


La nostra camera/deposito/ripostiglio....

Il salotto prima...


...durante....

...ora....


Manca il ...poi! in queste foto, speriamo presto di poterlo scrivere....

martedì 28 dicembre 2010

Festa di Capodanno

Bimbi, io l'ultimo dell'anno lo scaco da sempre, ora posso dare la colpa al figliolo perchè non si farà niente di che, ma a dir la verità son proprio io versione nonna con le babbucce, fosse per me andrei a letto alle 10 uguale.
Solo il mitico Capodanno 1999-2000 mi divertii, a giro per le piazze, briahe come tegoli, a scansar raudi e vetri delle bottiglie spaccate e a ridere come bambine.


Insomma, io un fo nulla, ma se volete qualche suggerimento vi linko un sito di una festa ganza, di cui ha parlato anche la mitica Nelli, quindi segno bono :)

Eccolo qua, e buon Annooooo!!!

sabato 25 dicembre 2010

Auguri di un Felice Natale

Auguri a tutti miei cari Bloggersz
Buon Natale, vi auguro di cuore tanta salute, di realizzare i vostri sogni e migliorare voi stessi

Un abbraccio virtuale
Elaiza








lunedì 20 dicembre 2010

Inverno

Statua "Inverno" Pietro Francavilla - Ponte Santa Trinita - Firenze

domenica 19 dicembre 2010

sabato 18 dicembre 2010

I'm a survivor....

Ebbene si, dopo 25 ore sono al calduccio di casa mia...
L'apocalisse fiorentina me la son vissuta sulla pelle, ed è stata pesa pesa.
Ma ora sono a casa, per qualche ora, al calduccio, a ripensare e a smaltire la tensione delle ultime ore... perchè per quanto i miei cari erano tutti sani e salvi, non potevo non pensare a tutti quelli nella cacca bianca fino al collo, e ho somatizzato come si suol dire.

Domani farò comunque il mio tour al Bronzino, quasi tutti mi hanno confermato, se qualcuno volesse venire all'ultimo ho dei biglietti in più, dato le cancellazioni.

Ci vediamo alle 10,20 am in Piazza Strozzi!

Bona bimbi!!!

giovedì 9 dicembre 2010

Vendesi!

Ricorderete probabilmente che un anno fa provammo a vender casa... ecco, dopo un anno, di tentativi a livello privato prima, con agenzie immobiliari poi, abbassando il prezzo etc, abbiamo deciso di rinunciare, di smettere di avere gente fissa in casa, di dover continuamente bloccare tipo fotografia la nostra attività quotidiana, tipo mangiare, stravaccarsi, giocare, dormire, perchè "doveva venire gente allora mettiamo tutto in ordine e leviamoci la tuta" e abbiamo deciso di riorganizzarci qui, facendo dei lavori, ovvero spostando la cucina in sala in modo che Seby abbia la sua camera.
Inizieremo a gennaio, e i motivi per cui vi dico gli affari miei così spudoratamente sono:
- 1 sarò isterica
- 2 sarò sotto un ponte
- 3 cambiamo la mobilia, e abbiamo bisogno del vostro aiuto per venderla!!!
Quindi, se siete interessati, o conoscete qualcuno che è interessato, vendiamo:

- Cucina della "Veneto Cucine" completa di elettrodomestici (tranne lavello lavastoviglie e forno) su misura, con cappa spaziale, tenuta molto bene, ha 8 anni di vita ma non li dimostra davvero

- Tavolo da pranzo di vetro e ferro, volendo con anche le 4 sedie calligaris

- Divano bellissimo e comodossimo, 3 sedute più la chaise longue sul lato destro, color verde salvia, con contenitore sotto la parte lunga, e divano letto matrimoniale con doghe elettrosaldate e materasso da dieci

- Mobile-libreria soggiorno, veramente come nuovo, bello in wenge scuro, con due cassettoni capienti, e spazio libri e riponi piatti etc.

- Tv Daewoo con casse incorporate perfettamente funzionante
Mi aiutate a piazzare 'sta roba?

domenica 5 dicembre 2010

Mostra del Bronzino

Cari bloggersszz,
ecco il primo degli Elaiza Tours autunno-inverno 2010-2011

Mostra del Bronzino a Palazzo Strozzi
Un pittore e poeta di corte dei Medici, una bellissima mostra da non perdere, ritratti simili a fotografie e molto altro

Quando? Domenica 19 Dicembre, in pieno shopping isterico del last minute dei regali, noi ci troviamo alle ore 10,20 in Piazza Strozzi per una visita di un paio d'ore in totale

Costo del biglietto Euro 20,00, comprensivi di entrata, auricolari, caffeino di ripiglio e ovviamente the best guide of the world, ossia IO moi meme myself

Max 25 pax, quindi affrettatevi siori e siore, per prenotarsi o chiedere più informazioni siete pregati di scrivermi all'indirizzo email elisacuoreviola@hotmail.com

venerdì 3 dicembre 2010

A Natale siamo tutti più buoni

Dicembre è iniziato, e le strade sono già tutte belle che addobbate con le luci natalizie che sopratutto con questa brinata che tira ultimamente fanno molto "mmm come vorrei essere a casina mia con una tazza di Ciobar a scaciollarmi i piedi e a guardare la tele"
A voi vi fanno invece effetto "vado a giro e fulmino il bancomat"?? ehh ognuno ha i suoi gusti.

Insomma, pensavo che ancora ho da fare l'albero, perchè a casa mia si faceva il 1 Dicembre, mentre illeo è fissato che bisogna farlo l'8 dicembre, e quindi ancora niente albero...
Voi l'avete fatto? e il presepe? quando s'era piccini era un rito bellissimo: s'andava con il mi babbo a cercare il muschio nel bosco, il pungitopo e poi si faceva un presepe che l'italia in miniatura ci faceva un baffo, con tanto di collinette finte, fiumi fatti col domopak e il muschio vero!!! Attra roba

Ora l'è grassa se si fa l'albero finto cinese, non è più una cosa sentitissima e mi dispiace ora che c'è Sebastian non sentirci più così tanto.

Ma una cosa si può fare, e ve la segnalo. Al Meyer, oltre che le donazioni normali, le bomboniere ( che noi abbiamo fatto per il battesimo di Sebastian) etc hanno inventato anche un'altra cosa carina per racimolare i soldini per aiutare i bambini: tutta una serie di gadget natalizi, pallini, stelle, ma anche i classici pacchi aziendali tipici di questo periodo! E tutto andrebbe in donazione, una cosa bellissima!
Anno scorso hanno raccolto 300,000 Euro!
Andate sul link e fateci un pensierino

E poi detto internos, come ultima cosa da valutare ovviamente, ma da sapere, le donazioni si possono scaricare dal 730.

Voi a regali come state? Avete già iniziato? Io quest'anno non sono in vena per nulla, non vorrei farne quasi, ma perchè non ho testa tempo e mente per mettermi lì a pensare e a girare, e questa è una cosa che mi rattrista sinceramente...

Giostra

Giovedì sera dopo tanto tantissimo tempo sono uscita con due amiche, cioè con la Simona e la Nelli, e abbiamo deciso di andare a cena alla Giostra. Io era una vita che gli facevo la punta, tutti questi turisti che continuamente mi chiedevano "la Giouschtra" (come lo pronunciano loro) e anche tanti italiani che me ne parlavano, di questo tipo nobile pieno di braccialetti e tatuaggi, insomma via, si prepara il portafogli a organino e si va.

Normalmente è un posto da 2 seating, 07,30 (anche 07,00) e 09,30 (anche 09,45) - stranamente ci prendono alle 08,00 senza batter ciglio. Buono.

Sfido tempo e traffico fiorentino, vado in macchina e comincia la roulette del cerca-parcheggio. Mi ero già vista disperata e col tacco a camminare dal parcheggio di Sant'Ambrogio, invece giro alle Poste di via Pietrapiana (a due passi dal ristorante che è in Borgo Pinti) e tac uno mi fa retromarcia - non ci posso credere, sicuramente c'è una bega, sicuramente questo parcheggio sarà la solita allegoria degli uomini sui 30 anni, cioè quando li trovi liberi c'è sempre un problema, o son a rimozione forzata o sono per portatori di handicap .
Invece il parcheggio è valido, wow!!

Arrivo, entratina super low profile, con solo un'insegna non luminosa, e dalla vetrina sbirci poco - entro e mi colpisce subito per quanto è piccolo e semplice, sembra di essere nella casa della signora Minù, tavolini di legno, lume di candela su tutti i tavoli, e al soffitto le lucine classiche di Natale, che insieme alle candele sono l'unica fonte di illuminazione del locale - chissà fuori periodo natalizio se ce l'hanno?

Impressione, molto molto caldo, carino, intimo, romantico, charming, mi è piaciuto tantissimo.

Servizio simpatico e alla mano, ci portano questo menu lunghissimo, inglese e italiano, dove c'è in primis la storia del locale, che dice che dal 1640 era il locale dove tenevano un carosello, una giostra appunto, infatti i soffitti sono esageratamente belli e caratteristici.

Il proprietario dice che è un principe diretto discendente degli Asburgo-Lorena, wow tanta roba, ma il figlio, cioè il tipo tatuato e coi braccialetti purtroppo è in vacanza in Libia, e non lo abbiamo potuto conoscere.

Ci accingiamo a leggere il menu che è lunghissimo e interessante, mentre degustiamo un prosecchino offerto dalla casa.

Menu pieno zeppo di pasta e ciccia - veramente tante varianti, per tutti i gusti, anche qualcosa di pesce. In generale cucina toscana ma abbastanza rivisitata, non ho visto le classiche cose tipo ribollita pappa etc, ma ho visto però le pappardelle al cinghiale, il filetto di carne in tutti i modi...


Ci hanno portato un bel piattone di antipasti misti, omaggio della casa, che ci ha davvero ben impressionato: c'erano crostini ai fegatini, bruschette, mortadella, zucchine ripieni, sedani con maionese, verdure sottolio, e dei batuffoli di ricotta e zucchine buonissimi


Noi abbiamo scelto due primi da dividere in 3, e abbiamo scelto:


-tortelloni di burrata con salsa di porro e fiori di zucca - ottimi, ma un pò pochi da dividere in 3, abbiamo forse sbagliato scelta, perchè erano 5 di numero

- pennette gorgonzola, pistacchi e pera e queste erano tante e molto buone davvero


Di secondo abbiamo improvvidamente scelto di fare un piatto a testa, e io e la Simo s'è preso la Wiener Schnitzel con le varie salsine e contorni, la Nelli il filetto Tartaruga, che non è una roba strana ma semplicemente un filetto con una cappella di fungo porcino sopra

Sono arrivati i piatti e pensavamo di essere su Scherzi a Parte.... delle porzioni del Wiener Schnitzel non grandi, non enormi, gigantesche!!! Ci potevamo tranquillamente mangiare in 3 con uno solo, ma io e la Simona ne avevamo prese una a testa!


Non avevo mai visto una cosa simile in vita mia. Però eravamo piene, abbiamo mangiato un bel pò di carne, tra l'altro molto buona, ma non sembrava neanche l'avessimo toccata...

Insomma, ci siamo fatte fare il Doggy bag!! Americane a bestia, ma chissenefrega, c'ho sfamato la famiglia per 3 giorni consecutivi.


Il dolce purtroppo non l'abbiamo preso, e chi ce la faceva...


Il conto? non economico, ma nemmeno una sassata come ci si aspettava:
2 primi, 3 secondi, una boccia di Fonterutoli - 145,00 Euro. Insomma via, non è poco, ma non so perchè io mi ero fatta l'idea di lasciarci un 70ino, sicchè sono stata contenta così.


L'unica pecca è che se avessero avvisato delle porzioni ciclopiche avremmo fatto diversamente, assaggiando così anche il dolce... peccato.


Ma posto valido che consiglio
La Giostra
Borgo Pinti 10/r
Firenze
055 241341
http://www.ristorantelagiostra.com/


Aperto tutti i giorni, anche sotto queste feste non chiudono mai

Le foto fanno un pò recere, ma la luce non aiutava!

Antipasto misto offerto dalla casa



Bellini i mini panini!




I due primi




La mega porzione a paragone con il mio telefonino!

Doggy bag!


giovedì 2 dicembre 2010

Calendario Elaiza Tours

Amici,
per farvi riprendere dallo choc emozionale per la cancellazione del tour del Bargello, come promesso pubblico il mitico e richiestissimo (!!) calendario dei prossimi tour, a cui seguiranno ovviamente singole comunicazioni con i dettagli e tutto.

Agendina alla mano, penna, Via!!

Domenica 19 Dicembre - Mostra del Bronzino a Palazzo Strozzi

Martedì 4 Gennaio - Tour di recupero del 1 Elaiza Tour, ovvero città medievale e Museo del Bargello, ocn la mostra del Rustici e Leonardo

Sabato 29 Gennaio - Chiesa e chiostri di Santa Maria Novella

Sabato 26 Febbraio o sabato 5 Marzo (dipende quando vo in ferie!!) - Convento di San Marco e una perla: il Chiostro dello Scalzo

Sabato 26 Marzo - Alla scoperta della famiglia Medici: Palazzo Medici-Riccardi e la Chiesa di San Lorenzo

Sabato 30 Aprile - my love Michelangelo Buonarroti: Accademia e Cappelle Medicee

Tutti i tour saranno di mattina, dalle 10,00 am circa per 2-3 ore.

Se volete far parte della mia mailing list con cui informo dei prossimi tour segnalatemi la vostra email al mio indirizzo elisacuoreviola@hotmail.com

venerdì 19 novembre 2010

Tour annullato!! - Bargello tour martedì 07 Dicembre

Contrordine miei cari: causa sciopero dei musei statali fiorentini, il tour di martedì 7 dicembre è annullato...... mi dispiace un monte, ma a breve vi segnalo il calendario dei prossimi eventi.


Cari miei lettori,
è arrivato il freddo e piovoso inverno fiorentino, ma se Dio vole ripartono gli Elaiza Tours! Yeahhh!

Prima però di affrontare vari argomenti, a breve Complesso di Santa Maria Novella, Convento di San Marco, Mostra Bronzino, etc etc, io vorrei rifare il primo primissimo tour, ossia della città medievale e Bargello, così per avere delle basi - sarà infrasettimana, il 7 Dicembre, se magari qualcuno di voi fa il Ponte e non va a giri per mercatini, insomma chi ci sta???

Dai partecipate numerosi!

******************************
Bargello delle meraviglie
Ritrovo: Martedì 07 Dicembre 2010 - Piazza della Repubblica - ore 10,00 am
giretto per la città medievale e visita del Bargello
caffeino di ripiglio
baci e abbracci!
fine tour intorno alle 13,00

Per più info e per prenotare : elisacuoreviola@hotmail.com

venerdì 12 novembre 2010

Il mio amore a giro per la città

No, non sto parlando del Leo, e manco del Seby, ma il mio fidanzato di marmo ovvero il David del Michelangelo, la statua che posso andare anche 2000 volte all'Accademia ma tutte le volte mi toglie il fiato e mi spiazza per quanto esprime e per come è fatta....

Ma non vagheggiamo, il mio David,o meglio una sua copia in vetroresina, è stata posto sullo sprone esterno della Cattedrale di Santa Maria del Fiore, parte del programma degli eventi di Florens 2010, lì dove in teoria doveva stare, proprio lì dove il Miche aveva creduto avrebbero collocato la sua statua, ma quando poi dopo 3 anni di lavori la svelò tutti ne rimasero abbagliati e immediatamente si comprese la potenza di tale scultura "che tolse il grido a tutte le statue moderne e antiche" come disse il Vasari, che scatenò da subito ardue contese e riunioni per stabilire il luogo più adatto dove metterla, e fu scelto l'Arengario di Palazzo Vecchio, una specie di palco d'onore proprio di fronte al Palazzo, da dove si affacciavano i potenti per parlare alla popolazione, e lì rimase per più di 300 anni, quando fu spostato nel tempio a lui dedicato, la Galleria dell'Accademia.

Michelangelo aveva solo 26 anni ma scolpì la statua rinascimentale per eccellenza, simbolo di libertà e orgoglio civico, il giovane David che uccide il gigante Golia, come la piccola Firenze mantiene la sua indipendenza dai grandi regni europei, fiera, contro tutto e tutti.


E come lo rappresenta Michelangelo 'sto David? Nudo come un baco, forte solo della sua intelligenza, con un fisico pazzesco, magari un pò poco dotato lato A, ma col lato B più famoso del mondo - e quelle vene, quel collo forte, quello sguardo attento e concentrato di uno che sta per scattare... my Gosh....

E ora vedello lassù a penzoloni su una gru, mi ha rovesciato le budella, vederlo nelle nostre strade, anche solo una copia, accanto a noi uomini mortali, ti fa capire ancora di più cosa sono le opere d'arte, tutte in generale, ma questa ancora di più





Foto prese dal sito del Corriere Fiorentino

venerdì 29 ottobre 2010

A giro per Firenze in Luna di Miele

Quest'ottobre è stato veramente un mese intenso e bellissimo.
Tante cose son successe, in primis il matrimonio della mia cugina Ila e quel gran buho di Massi - bellissima giornata, poi per me figurati, la mia migliore amica che si sposa, è stato molto molto emozionante. Facevo pure da testimona!
Anche Seba ha imparato a dire Massi buho, così in toscano proprio, lo so un s'insegnano queste cose ai bambini, lo so lo so mea culpa, ma fa troppo ridere, solo quella gli ho insegnato, manco Juve merda per ora, ma Massi buo ci sta troppo bene, abbiate pietà.

Tante persone poi son transitate dal B&B Elaiza e Illeo, prima Fede l'Arrgghentino il mio amico artista e scultore che parla mezzo argentino e mezzo san fredianino, bei ricordi risalenti a quasi 10 anni fa porca miseria, si invecchia qui, Seba innamorato subito dello zio argentino (bravo ciccio, allisciatelo così si va a scrocco a Buenos Aires! eheheh) - poi la Cciulia belle cosce e Cristiano dalla Liguria, e ora in questi giorni la Liv dal Montana. Spettacolo. Ci garba tanto avere gente in casa.

Ma io questo post l'ho voluto scrivere per rendervi partecipi del mega Elaiza tours che è avvenuto post matrimonio, proprio come inizio del viaggio di nozze della mia cugina, che ha scelto Firenze come prima tappa diciamo, soggiornando in un albergo lusso del centro, il Lungarno, e poi pigliando me come guida e andando a visitare le cose che più le piacevano.
Il tutto però dando anche ad altre persone la possibilità di partecipare, ovvero parte del parentado stretto.

No, cioè, Immaginate me, a giro come guida con la mi cugina, Massi buho, zie, zii, cugini, mamma, e altri parenti di Massi che non conoscevo - SPETTACOLOOOOO!! Con la macchina fotografica io, icche me ne frega, c'era quei custodi mi guardavan un pò stupiti, ma io son stata la prima a divertirmi!!
M'è toccato dare pure un paio di spiegazioni eh, ovvero di fronte a custodi basiti dalle mie spiegazioni easy e toscanacce, e armata di macchina fotografica "eh lo so che un s'è mai visto una guida fare foto e parlare così, ma siamo tra noialtri!"

E' un'idea ganzissima!

Poi per lei mi son sbattuta a bestia, e ho imbastito un itinerarino strepitoso, che in parte riproporrò anche negli Elaiza's Tours che a breve rinizieranno, ed è:

Day 1 - mezza giornata

Alla scoperta dell'Oltrarno - viuzze degli artigiani, Piazza della Passera, la famiglia Medici a Palazzo Pitti, visita della Galleria Palatina e del Giardino di Boboli (poco perchè tirava na brinata e non mi funzionava il microfonino accidenti a quest'aggeggi)

A cena i giowini li ho prenotati soli soletti all'Osteria del Cinghiale Bianco
Unn'ho fatto punte recensioni del Cinghiale?? ma dai, ci vado spessissimo, mi garba un monte.... provvederò...

Day 2 - tutto il giorno!

Ponte Vecchio, Firenze Medievale, varie chiesine tra cui la Cappella Sassetti di Santa Trinità, Palazzo Davanzati con apertura straordinaria del secondo e terzo piano ovvero le mitiche cucine che io era dall'elementari un ci tornavooo! fantastico museo
Orsanmichele, che di lunedì è aperto anche il 1 e 2 piano, con vista mozzafiato della città.

Pranzetto daì Nuvoli e sosta gambe e voce - vinellino bono e brindisino a volontà

Pomeriggio cuore religiosa della città: Battistero, con visita STUPENDA privata al Matroneo, ovvero il primo e secondo piano interno del Battistero, cosa che neanche la sottoscritta aveva mai fatto, e gnene davo secche allegramente con la mia macchina fotografica
Duomo e salita dei 463 scalini del Cupolone del Brunelleschi, stancante e bellissimo

A cena i piccioncini sono andati a star bene al BSJ, li ho invidiati a palla, vedi mie recensioni qui e qui

Day 3 - tutto il giorno pure

Visita della bellissima chiesa di Santa Croce, che io adoro, e anche dell'annessa scuola del cuoio, con i maestri artigiani che lavorano nelle proprie cellette e tu hai la possibilità di sbirciare nei loro segreti millenari.
A girello per il quartiere di Santa Croce e di nuovo nel centro medievale della città

Pranzo all'Osteria dei Vini e Vecchi Sapori

Nel pomeriggio visita speciale di Palazzo Vecchio, oltre alle normali aree museali come il Salone dei 500, gli appartamenti di Eleonora, la Sala dei Gigli e quella fantastica delle Carte Geografiche, avevo ottenuto un permesso speciale ed esclusivo di visitare da soli zone normalmente chiuse al pubblico, ovvero:

Studiolo di Francesco I
Tesoretto di Cosimo
la selva di capriate lignee che sovrasta e sorregge il soffitto del Salone del 500 con tutte le sue 42 tele, un luogo che ha stregato tutto il gruppo, me compresa
ballatoio e camminamento di ronda tra i merli di Palazzo Vecchio, dove si vedono le feritoie, o piombatoi, oggi ricoperti da vetro ma un tempo usati per lanciare d'ogni bene, e una vista della città.... senza parole!!

C'ho una potenza nei bracciiiii!

Insomma, tenete a mente di questo mio post: fate la vostra luna di miele, e chiedete all'Elaiza di portarvi a giro, non ve ne pentirete!

Il bel gruppetto - bada come sonoo

La vista dal secondo piano di Orsanmichele


Matroneo del Battistero






Il Cupolone del mio amore Brunelleschi








Vista dalle feritoie del camminamento di Palazzo Vecchio


Bada che laorooooo!



domenica 24 ottobre 2010

Ahhh i test di gradimento....

A maggio s'è cambiato macchina, la pora Renault Clio unn'aveva più banane, e s'è presa una macchinina valida anche come carro-merci per portare Seby, passeggini, seggioloni, varie ed eventuali. E s'è presa la Jazzina, ovvero l'Honda Jazz, facendo una gran bella scelta, di cui tuttora siamo felicissimi.
E poi arrivo lui, il "test di gradimento", delle semplici domande da rimandare con busta pre-affrancata alla casa automobilistica per aiutarli a migliorare il loro prodotto.

Il primo test è stato prontamente archiviato dal Leo nel secchio del sudicio. Io mi son risentita altamente, perchè volevo dirgnene 4 sull'unico difetto della macchina, ovvero il tergicristalli lascia una scia d'acqua lato passeggero, ma tant pis come dicono i francesi.

Poi lo rimandano - mmm qui la cosa si fa seria, addirittura un secondo invio, ci sentono a bestia alle opinioni dei loro clienti. Lo faccio. Noto che son tante pagine, ma vabbè sarà comunque materia risolvibile nella fase di una servitura di frate.
Le prime domande me le fumo in allegria, tipo e modello di macchina, dotazioni, se la uso solo io etc.
Si passa al matematico chiedendomi di percentualizzare i chilometri che intenderò percorrere nel primo anno di vita dell'auto, e io rispondo titubante 30% in città 35% fuori città 35 % in autostrada.
Poi vogliono sapere tutto sulla concessionaria, se erano carini, esplicativi, informativi, propositivi, puliti, sorridenti, il tutto con la votazione 1 a 10 canonica, e io ho pensato di non farli licenziare e parlar bene di loro.
Si lasciano le crocette per scrivere di proprio pugno le impressioni sulla macchina, cosa è che ci piace di più, perchè la si voleva cambiare proprio in questo momento, come la descriverei (perchè dovrei descriverla?...) quale altra macchina abbiamo valutato, che marca era, se sono andata a provarla, se mi son fatta fare il preventivo, e... allora perchè non abbiamo acquistato quella? ma non una, te lo chiedo due-tre volte, e poi te lo ri-ri-richiedo, ma come mai t'hai comprato questa macchina???
partono i primi dubbi sulla fattibilità senza stress di suddetto test.
Finalmente la mia occasione: schemetto per scrivere le cose che soddisfano di più e di meno dell'auto, e fieramente scrivo il motivo per cui ho iniziato a fare il test:
" il tergicristalli lascia una scia"....
e si continua: "segna gli aggettivi che più descrivono la tua nuova auto tra:
giovane:si sofisticata: no sportiva: mmm no economica: si elegante: no carina: si sexy... sexy??? o che aggettivo l'è per una macchina. mah
eventuali difetti della macchina e se ce l'avevano già in origine, e lì ritonfa col tergicristallo.
Il frate era già stato servito due volte, ma ancora ero alla pagina numero 5 di 8 del test, e al terzo giorno chiedo l'aiuto del Leo:
Che macchine avevate prima? che cos'era? quanti chilometri c'avete fatto? l'avevamo presa a rate o no? (chettefrega, vuoi sapere se nel frattempo ho fatto i soldi?!)
e poi a merda ancora: Per quali ragioni non ha acquistato la stessa marca di prima? ancoraaaa???
Dulcis in fundo, dati personali, età, sesso, grado di istruzione, se ho l'accesso internet da casa o dall'ufficio (e icchè c'entra??? mi farai chiamare dalla Wind o dalla Vodafone per un'offetinadopo??) che lavoro si fa, i nostri hobby, figli parenti e amici...
una plausibilissima e onestissima "consiglieresti quest'auto ad amici?" e poi si termina con:
qual'è il tuo reddito lordo??? ma che sss'è de la finanza??? ma icchè te ne frega???
lì ho sclerato, e gli ho anche aggiunto che mi c'è voluto 4 giorni per fare il test, e che andassero tutti a quel bel paese!!!
Glossario (finalmente torna il glossario!!)
Non avere più banane: essere alla frutta, non farcela più, non avere più energie
Servire un frate: espressione che indica momento di liberazione corporale umana
e

domenica 26 settembre 2010

Corri la Vita 2010


Finalmente! Oggi ho partecipato anch'io a Corri la Vita!

E' un'iniziativa a scopo benefico, attiva ormai da 7 anni, che vede tra gli organizzatori Bona Frescobaldi, e tra i principali sponsor Salvatore Ferragamo che disegna e fornisce le magliette, tutti gli anni di colori diverso, e quest'anno del mitico Viola. Si raccolgono fondi con l'iscrizione, 10 euro, e puoi partecipare o alla corsa competitiva di 12 km, o ancor meglio ad una stupenda passeggiata di 5 km in allegria tra le bellezze artistiche di Firenze, ottima scusa per grandi e piccini di girellare per il centro storico e di solito anche all'interno del Giardino di Boboli.
I principali siti artistici erano aperti, come chiese, musei, addirittura erano gratis in concomitanza con il weekend del beni culturali, c'erano visite guidate gratuite, insomma veramente una giornata stupenda e importante.

Oggi poi il meteo ha graziato i 20,500 partecipanti regalando sole splendente e cielo azzurro intenso, si stava veramente da dieci!

Io, Leo e Nano Seba siamo partiti di buon mattino con l'autobus e ci siamo fatti credo solo 50 minuti di percorso ufficiale, poi tra caffè, saluti, passa a veder quello e a salutar quell'altro, s'è combinato poco, però poi alla fine siamo andati in Piazza Signoria dove c'era l'arrivo, così per dare un senso a tutto!

Che poi gli stranieri ogni tanto ci chiedevano sillabando piano piano " D-I-D Y-O-U R-U-N T-H-E M-A-R-A-T-H-O-N ?" eh si più o meno!! "Kind of"!!
Un paio di settimane fa lessi un'intervista a Prandelli del giornalista Cresta-Dina di Repubblica, in cui il Pranda (anche quest'anno starter ufficiale della corsa e ormai cittadino fiorentino acquisito) diceva che Firenze è una città dal cuore grande , grandissimo, che siamo freddi e sospettosi, ma che poi ti si tratta come uno di famiglia, e appunto molto generosi. Che siamo la città col maggior numero di associazioni benefiche, e di donazioni fondi in generale. Io non la sapevo questa cosa, e mi ha piacevolmente colpito...
Che siamo un pò puzzoni e diffidenti lo sapevo, anche se non sono propriamente d'accordo, ma che s'era così generosi no - voi che ne pensate?
M'ha fatto schiantare in quest'intervista Prandelli diceva che era stato appunto trattato come un parente, nel bene e nel male, ma che la gente doveva sempre lamentarsi con lui anche quando non ce n'era motivo, per esempio per la strada lo fermavano e gni dicevano" O Cesare, son preoccupato... le cose vanno troppo bene! che c'è che non va?? che succede ora??"
Siamo i meglio.
Ah, e comunque oggi è il compleanno del mio Presidente, auguri Andrea Della Valle!
per altre foto di Corri la Vita clicca sulla Galleria foto di Repubblica qui






L'arrivo


Il mio frate :)



Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...