lunedì 24 ottobre 2016

Andalo - 7 motivi per sceglierla come meta estiva

Andalo - Giro dei Masi

Siamo andati a Andalo in Trentino la prima volta nel 2013, su suggerimento di amici che ci erano stati e ce l'avevano descritto come "paradiso per i bambini".
Mio marito mi aveva convinto a scegliere la montagna d'estate, che non conoscevo affatto né in versione estiva né invernale. Ero molto titubante, perché sono amante del mare, della spiaggia, del sole, della crema solare, dello sbraciolarsi sulla sabbia.

Ma siamo andati, ed è stato amore a prima vista! E ci siamo tornati per ben 3 volte, anche nel 2015 e nel 2016. Sempre nello stesso periodo, a fine agosto o inizio settembre.

Abbiamo sperimentato due Hotel, il De La Ville et il Select, abbiamo fatto tante tantissime cose, e ora vi diciamo 7 motivi per cui Andalo è la metà ideale per le vacanze estive in montagna coi bambini!


1 - A misura di bambino

Andalo sembra fatta apposta per i bambini - il paese dei balocchi. E non parlo solo del fantastico parco giochi, dico anche i marciapiedi larghi, senza buche, con lo scalino agevolato, degli Hotel super organizzati per accogliere i piccoli ospiti (culline, scaldabiberon, barriere per il letto, giochini, menu baby, kit per disegnare a tavola, animatori......) passeggiate nel bosco adatte a passeggini, laboratori di tutti i tipi.....
a volte avere dei figli e viaggiare non sempre vanno d'accordo, può sembrare tutto molto difficile e faticoso, ma qui a Andalo avere bambini è.... facilissimo!

Giochi ovunque! Parco giochi dell'Hotel de la Ville


2 - Facile da raggiungere

Andalo si trova nelle prime Dolomiti del complesso della Paganella, subito sopra il Lago di Garda, all'uscita di San Michele all'Adige.
Passato Verona, comincia un paesaggio bellissimo, l'autostrada del Brennero passa nel mezzo a delle montagne altissime, seguendo il corso del fiume Adige che fa spesso capolino e in macchina potete contare coi bambini quante volte lo incontrate! E ancora cercare i tanti castelli, paesini arroccati sulle montagne, gli alberi da frutto e i vigneti, uno spettacolo!
Una volta usciti dall'autostrada sono 15-20 minuti di strada, con qualche curva, ma niente di particolarmente azzardato! Da Firenze, senza traffico ci vogliono 3 ore e mezzo!

3 - Tantissime cose da fare nella Natura

Già in Hotel ti propongono molte passeggiate organizzate da un animatore, più o meno impegnative, ma in generale molto facili da fare anche con bambini, nel bosco, con la cabinovia, nelle malghe, a fare il formaggio, a conoscere le mucche delle fattorie, e tanto altro!

domenica 16 ottobre 2016

Una domenica memorabile - Badia Prataglia & Friends

Metti una domenica di ottobre meravigliosa, con un cielo blu terso e con la nebbia che piano piano si alza e svela bellezza.
Metti che questa domenica sono libera, senza lavoro. E metti che i bambini non sono malati.
E metti che tuo figlio si trova in una classe ganzissima, composta da bambini simpatici e a modino, con genitori simpatici, a modino e pure un po' pazzi. Ecco, ora metti tutti questi elementi insieme, mischia il tutto e ottieni la nostra domenica 16 Ottobre, una gita fuori porta in Casentino, una giornata di risate, cibo e boschi infuocati di autunno.

Passo della Consuma - primo stop caffeino - sgranchiscigambe - antivomito. Alla Baita in cima, dove c'è il cartello dell'altitudine, dove si fermano tutti i motociclisti.

Proseguite fino a Scarpaccia (Bar-Alimentari top per gli affettati) e lì tirate a dritto, verso Poppi.
Dopo il carinissimo paesino di Borgo alla Collina, si trova la spianata dove 11 Giugno 1289 si scontrarono Guelfi e Ghibellini nella famosa Battaglia di Campaldino, quella di Dante per capirsi - una colonna con una stele ne è memoria.
Intanto il Castello di Poppi fa capolino dalla nebbia, maestoso.
Dopo Poppi, girate a sinistra verso Badia Prataglia - Cesena (la Romagna è a pochi km!)


Stele Battaglia Campaldino
Castello di Poppi


Arrivati al carinissimo borgo di Badia Prataglia, parcheggiamo a sinistra delle storica pieve romanica, e ci avviamo a piedi verso il Rifugio La Casanova, che ci avrà a pranzo oggi. Un branco di 64 persone! Tra bambini della classe, fratelli e sorelle, e noi genitori eravamo 64. Spettacolo!
Il Rifugio è adorabile, semplice e spartano, come deve essere per me un rifugio. Hanno camere e organizzano un sacco di visite guidate nel bosco, escursioni di vario tipo (ieri sera c'era l'ascolto del bramito del cervo in amore), ciaspolate etc etc. Sul sito ci sono molte informazioni.

Abbiamo mangiato da dieci - menu concordato per il nostro gruppo, con antipasti misti (affettati di Grigio del Casentino, il maiale della zona - crostini vari e verdure tipo giardiniera) - bis di primi da standing ovation dei ravioli con erbette di campo e non si è capito cosa e tagliatelle al cinghiale - arrosto di salsicce e rosticciana (costine di maiale) e patate arrosto. Che dire? Perfetto. 25 euro gli adulti e 15 i bambini, vino acqua e caffè inclusi.

E la torta era quella per il compleanno di uno dei bambini, che ha festeggiato così con tutti i suoi compagni di classe!

Fuori i bambini avevano la libertà di correre, giocare, infagarsi in tutta sicurezza. E hanno potuto raccogliere foglie e rametti per il compito di domani a scuola.

Per sgambare un po' è apprezzare ancora di più queste zone meravigliose, camminata di 4/5 km circa dal centro del paese verso il Castelletto di Fiume e su fino a Sentiero Natura, un percorso nel cuore del Parco delle Foreste Casentinesi, tra cascate faggi e castagni.

I bambini si sono divertiti da morire, sono stati anche bravissimi, tra di sé non li senti nemmeno, e noi genitori abbiamo riso scherzato parlato, siamo fortunati a trovarci così bene.

Giornata memorabile. Andate in Casentino. Perché ci starete troppo bene!

In Piazza a Badia

Passeggiata verso il Rifugio La Casanova

Le 2 Casentinesi

Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...