martedì 20 maggio 2008

Weekend magico a Torino


Che fine settimana da cornice... a parte il tempo meteorologico che è stato degno del novembre più umido, ma insomma è stata l'unica pecca perchè per il resto Torino ci ha accolto nel migliore dei modi.

Siamo arrivati nel pomeriggio del sabato, e dopo una breve sosta all'Hotel (x colonizzarlo di viola) siamo andati per i portici di Torino... ora se c'è qualche torinese all'ascolto non si senta offeso,perchè io mi riferisco a un settore specifico di personaggi, ma... o come son tamarri i torinesi?!?! cioè, paura! Sarà che era sabato pomeriggio, e c'era il pischellame a briglia sciolta... sarà la sindrome da metropoli anonima e grigia che ti porta all'esagerazione nel cercare di distinguerti dalla massa... sarà questi programmi malefici stile "Amici" "Uomini e Donne" e "Capre e Galline", ma i pischelli torinesi stanno male!! Ora capisco l'autrice del mitico blog "Le Malvestite" dove va a trarre ispirazione!! Nei portici di Piazza Castello il sabato pomeriggio! Vestiti tutti uguali, maschi e femmine hanno almeno un accessorio carpito dal punk, stile polsiere a righe o scaldamuscoli a righe sopra le odiose ballerine, le femmine hanno tutte la frangia ciuffo e il capello liscio, ho visto una tendenza a asimmetrizzare la frangia, cioè stile la strada della consuma, tutta storta senza arte nè parte.
I maschi hanno: il capello rasato dietro...ritti sopra... e spiaccicati stile frangia sputacchiata davanti... 3 stili in uno... MA PERCHE'?!?!! perchè??? non avete gli specchi a casa?? siete ridicoli!! mah...


Torino è un pò grigia come città, mi aspettavo qualcosina di più. Siamo andati a farsi una cioccolata calda in uno dei bellissimi caffè storici, da Baratti & Milano, è stata una goduria inenarrabile... la cioccolata densissima che si infilava a malapena il cucchiaino dentro...mmmm... se ci ripenso...! Tutto molto classy, elegant, vecchio stile...23 euri due caffè una cioccolata e un gelato, ma quando ce vò cevò.


Poi al divertentissimo museo del cinema nella Mole Antonelliana, che ci abbiamo schiantato 3 ore in scioltezza perchè era davvero buffo e interessante, interattivo, si faceva tutti i balocchini possibili e immaginabili, i peggio versi nel video di Matrix, che ti catapultava l'immagine tua dentro al film, e te facevi i versi alla matrix, finchè poi ti accorgevi che eri in mondo visione nel resto del museo!! Ci si fa sempre riconoscere ragazzi...


A quel punto era ora di cena, ci siamo diretti verso il posto che ci avevano consigliato in Hotel, "Il Porto di Savona" ma era stracolmo e alla domanda "quando ci potresti mettere a sedere?" la risposta è stata "domani a pranzo". ok.
Allora siamo andati a quello accanto, "Da Michele" molto più spartano e con il menu molto breve e molto poco tipico, ma loro erano simpaticissimi, la moglie era di Montepulciano e tifosa viola, lui granata, quindi siamo entrati subito in clima pre-partita a palla. Abbiamo mangiato bene, ma purtroppo non tipico piemontese come speravamo. Io il tomino al forno con lo speck, buonissimo e tantissimo, loro antipasto misto. Poi io pizza, buona, e loro faraona al forno, agnello al forno e ratatouille.
Senza infamia nè gloria.
Ed eccoci alla domenica. Mattinata lenta, ad attendere l'ora X... appuntamento alle 13,00 con gli altri della banda proveniente da Firenze, e sopratutto con gli amici torinesi che ci avevano trovato i biglietti, che sono arrivati con un inquietantissimo ritardo (alle 14,15... panico).

Poi STADIO. Finalmente. Eravamo nella curva Primavera coi torinesi, una situazione stupenda, il gemellaggio forte come non mai, Viola e Granata mischiati in uno stupendo ibrido, cori a vicenda a conferma del rispetto, bellissimo. Oddio, un par di vecchini mi hanno bloccata dicendomi "si si, oggi vi se ne fa 5 come faceste voi a noi"... no, purrini noi, champions...

Tutta la partita un coro continuo e un canto incessabile, mi sono sgolata e divertita troppo. Poi eravano veramente lì, due file dal campo, spettacolo.

Poi il gol di Osvaldo, mitico e da antologia, in rovesciata, e la gioia ci ha pervasi, oramai era fatta, dopo 2 anni di fila guadagnata in campo e mai disputata per colpa di chi chiacchiera e basta, adesso ci siamo davvero!! Alla faccia dello zio fester e del nano mascarato!! Vieniiii!!!
E nella strada del ritorno sembrava che la A21 era zona nostra... si sorpassava solo macchine viola... agli autogrill era il degenero, una festa bellissima! Uno aveva parcheggiato proprio davanti all'entrata e con lo stereo a palla con la musichina della Champions animava i presenti!


Poi a Firenze, abbiamo saputo della festa bellissima allo stadio, 30,000 persone, noi eravamo cotti e in ritardo, siamo entrati in Firenze quando la squadra entrava in campo, e gli spalti già pieni... peccato, sarebbe stata la fine perfetta della giornata perfetta :)

6 commenti:

Demonio Pellegrino ha detto...

Allora, io comincerei con un Forza Pisa. Poi direi anche che se la banda bassotti capitanata dalla Gazzetta dello Sport, dalla Roma e soprattutto dall'Inter non avesse penalizzato INGIUSTAMENTE la fiorentina (e la Juve anche) l'anno scorso, in coppa dei campioni forse ci sareste gia' andati.

per cui, sempre e comunque Inter merda.

Sulla questione dello stile dei ggggiovani, io lo chiamo lo stile albanese. Se ti ricordi gli scafisti di 10, 15 anni fa, ora i nostri ggggiovani sono proprio cosi'p. dei grezzoni indegni, con i capelli a stupidi da farmi venir voglia di menarli. Sembrano tutti degli albanesi. E saro' razzista, ma non e' un complimento in questo caso.

simona ha detto...

Giusto un pensierino...
commenti per la Champions, grandi ed era ora!!! Poi davvero Torino ti sembra così? sarà che é una città che mi piace moltissimo, la conosco abbastanza bene e ci sono stata anche lo scorso ottobre a trovare amici, ma a me sembra molto chich, anzi proprio una cittò signorile, direi. Però devo aggiungere che non ci sono stata nel fine settimana ma di martedì quando i pische erano a scuolina ed a giro vedevi solo signori che lavoravano o signore a spasso con cagnolino o dentro le boutique e quei cinque o sei turisti! Che meraviglia passeggiare per le strade e non sentire accenti stranieri, ma solo piemontese!

Non lo so a me piace, é sempre piaciuta ma fore perché era una bellissima giornata di sole, frescolino al punto giusto, poco traffico, poca gente in giro, una goduria!

CIANA town ha detto...

ambè figli miei, anche la gioventù fiorentina non è che sia messa molto meglio...però mi è doveroso ricordare una cosa a voi fanciulle che, da quanto capisco, come me (l'età un si dice mai...ehehehe)andate dai 30 ai 40 e che pertanto avete vissuto l'epoca da teenagers a cavallo fra '80 e '90...un vi sembravano osceni quei ciuffi che ci facevano sulla testa alti quanto il muro di Berlino e fissati da litri di lacca che neanche il Mapei potrebbe fare altrettanto???? E i cerchi agli orecchi che più larghi un si poteva? E le gonne con il tulle sotto e gli anfibi ai piedi? E le guarnizioni di caucciù nere dal polso al gomito come madonna? ahimè....meditiamo...

masionweb ha detto...

Grande Elaiza! Dovevo venire anche io a Torino.. ma poi sono stato bloccato a Firenze per una comunione.. E pensa che ho visto la partita in sagrestia (col prete) e il rischio moccolo in agguato! Mi sembrava di essere al grande fratello!
Siamo in Champions Leeaaaagueeeee! Alla faccia del nano e del pelato!

Demonio Pellegrino ha detto...

simona, mi sa che abbiamo visitato una citta' diversa: io ogni volta che vado a torino non sento parlare piemontese, e sono spesso l'unico italiano su tram e bus...

simona ha detto...

Mah demonio che te devo dire..si vede che son capitata in una giornata particolare...

Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...