lunedì 14 gennaio 2013

....Elisa chi?...

L'unica che mi consola è la mia omonima mugellana del blog Mammoline.... Ho letto ora i suoi ultimi post e mi ci sono ritrovata a duemila.
Volevo scrivere qualcosa, sento di dovermi sfogare, ma in realtà non so di cosa parlare.
Spesso vado anche in crisi pesa per questo, mi rendo conto che sono giù, che c'è qualcosa che non va, potrei anche sapere cosa c'è che non va, e questo è un buon primo passo no, così si dice dei pazzi quando si rendono conto di esserlo - ma non so come uscirne, assolutamente. Anzi, probabilmente lo so come, ma è irrealizzabile.
Maremma quanti misteri, non vi immaginate nulla di esotico e fantasioso, sono semplicemente una bi-mamma. E da qui tutto ciò che ne deriva.
Bello, fantastico, per l'amor di Dio, fortunata di avere due bambini sani belli e intelligenti, si si si ma concedetemi un piccolo sfogo. Io non esisto più. Io, Elisa, non esisto più. Esiste mamma Elisa, casalinga Elisa, receptionist Elisa, guida Elisa, moglie Elisa, ma non esiste più solo Elisa. "Che bello hai una vita piena" e sti c...., non mi fate dir parolacce, non è piena di nulla di ciò che vorrei fare solo io per me, i miei bisogni anche minimi tipo scaciollarmi i piedi senza fare nulla sul divano non ci sono, azzerati, annullati, e peggio ancora dopo 4 anni mi rendo conto che NON SO NEANCHE PIU' COSA MI FAREBBE STARE BENE.... e questo è grave.
Come proposito del 2013 nella top 5 c'è proprio questo, riappropriarmi della mia emotività, del mio cuore, ascoltarlo e cercare di capire cosa potrei fare per stare meglio, compatibilmente con la mia famiglia, perchè l'opzione "piglio e mi levo di hulo" e la un c'è. O se anche la ci fosse mi sentirei troppo una merda, e quindi non è la soluzione giusta.

Ma anche le altre mamme ogni tanto si sentono così? anche le altre mamme il lunedì mattina si svegliano, sentono che c'è la fronte calda, e gli piglia gli strizzoni di pancia perchè "o cazzo mi tocca tenerlo a casa!". ecco io da oggi ce l'ho tutti e due a casa, e dopo le vacanze di natale oggi e domani erano i miei unici giorni DAVVERO liberi, in cui non avevo da pulire casa, da finire di sistemare gli scatoloni del cambio armadio, impacchettare i regali, fare la spesa, mi ero anche stampata gli orari di un centro yoga, per provare a fare una lezione conoscitiva, e loro che fanno? si ammalano ovviamente. Non è contro di me, poracci, son malati e mi dispiace, ma io???? "chiama qualcuno, i nonni, te li guardano". Io un ce la fo a dare il mio "lavoro" ad altri e godermi spensieratamente il tempo. Un ce la fo.

Nano A l'ho venduto ai nonni, perchè Nana B deve riposare, e quindi ora ho 10 minuti per scrivere. E la spreco per angosciarvi, ma un pochino meglio mi sento.

Ps. a volte mi chiedo se la mia vita di prima, piena di esperienze, viaggi, conoscenze, beghe, risate, pianti, è un bene o no... è meglio aver vissuto, ma ora sentirne la mancanza, o sarebbe stato meglio non aver sperimentato nulla così ora non ne sentirei nostalgia?....

Crisi di mezz'età.
Bonaaaaa






13 commenti:

Sonia Squilloni ha detto...

Come ti capisco, ed io sono mamma una volta sola... mentre ti leggevo mi rendevo conto che io ho un'arma segreta, che hai intuito anche tu. Insegno yoga, e il fatto di insegnarlo, oltre che a praticarlo, mi obbliga a rendermi libera e ad esserci, per forza. Può dare energia, serenità e rilassamento, lascia passare la febbre e riprova.

Elisa ha detto...

ciao Sonia, grazie per il conforto! vale sempre "siamo tutti sulla stessa barca" e "mal comune mezzo gaudio"!
dove insegni yoga??
io andavo a yoga nella mia vita passata ma il centro dove andavo non esisto più....

Francesca Meacci ha detto...

una vola proprin te mi hai detto ( nella ns vita passata, chiaramente, in occasione di una gita scolastica ) : " ma a te ti scappa di fare la pipì ?" e io ti ho risposto " si tanto " e te " menomale così siamo in 2 " questo x dirti che questa sensazione che provi, la provo fortemente anche io, a volte quest'ovo sodo nn lo manda giù neanche lo yoga, e anche a me come a te nn piace delegare quindi a volte mi ritrovo dalla nutrizionista, x dire, con pippo che gioca in un angolo e io che mi spoglio x pesarmi...che storia Eli ma quando la tu nonna ci faceva i tortelli fritti a pranzo era meglio o peggio? E poi se ci penso bene tutta questa mia vita un pò dipende anche da te che mi hai fatto conoscere Simo...quindi che ti devo dire se nn "menomale che scappa anche a te la pipi cosi siamo in 2 " smak Checca

Elisa ha detto...

eh si Checca.... ora però un mi dar la colpa a me xchè t'ho fatto conoscere Simo :) :)

MAMMOLINA ha detto...

Grazie della citazione....condividere e come "dividere il peso" e questa strana sensazione che in questo momento ci accomuna è ora un po' meno pesa!!!!baci

Elisa ha detto...

Bimbe, tra qui e Facebook ho sentito molto la vostra presenza, a questo mio segnale di fumo.... GRAZIE!
per me e le altre mamme pubblico i vostri commenti anche di Facebook e che mi sono arrivate via sms o what's up, qualcuna di voi mi ha anche telefonato :)
Tranquille comunque, mi ripiglio - oggi ho fatto una lezione di Yoga, ho preso gli appuntamenti medici che dovevo prendere da tempo, e ho ascoltato musica :) Ballando con i nani!
come cita uno dei film del Pieraccioni "gli fa una sega l'acqua all'omoragno" zan zan.

Michela ha detto...

Dico esattamente ciò che dici te quando il lunedì mattina capita di svegliare la Fiore e sentire la fronte calda..il panico.. i minuti contati che "si scontano" tra un "devo chiamare il pediatra" "devo chiamare i nonni" e "devo chiamare a lavoro"... il lavoro che ora come ora non è neanche di consolazione, anzi... il marito che ormai mi accusa perennemente di "non smollare" mai la Fiore ai nonni (prova a chiedere alle Fiore se le va di dormire dai nonni????? eppure al mare ci sta... a casa non ne vuole sapere)...l'accompagnarla a scuola la mattina che sembro una pazza svitata che cerca di memorizzare eventuali messaggi in bacheca.. il tentativo di andare nell'ora di pausa pranzo in piscina che si riduce a una corsa col cronometro e relax zero, che se poi piove come oggi salta tutto perchè in motorino arrivo in piscina "già nuotata"... la lavatrice e ora pure l'asciugatrice a gettoni che con questo tempo non si asciuga niente... panni da stirare.. relazioni sociali da cercare di far funzionare... e dulcis in fundo il mio babbo che ieri mi guarda e mi dice "ma che capelli hai sembri una medusa"... ecco... io spesso MI rimpiango.... mi è capitato tante volte in 6 anni e so che ancora mi capiterà...CI capiterà... è la prima cosa che ho pensato quando è nata Fiore: io non sono più nè la Michela fidanzata, nè la Michela compagna etc etc... queste sono definizioni mutabili e transitorie.. io da oggi sono MAMMA.. e questa definizione è l'unica che non cambierà mai... te ne rendi conto quando col tuo compagno/marito ti accorgi di chiamarvi mamma ebabbo...tipo io che gli dico "babbo butti via la spazzatura?).. ormai spersonalizzata, spesso mi sento un robot programmato a scadenze regolari per una giornata che nasce alle 7,10 e di solito termina alle 22... mentre Ante Fiorenza.... e vabbè.. per tirarmi su continuo a ripetermi che al puzzle manca sempre un pezzo e tutto perfetto non potrà mai essere...e che i figli crescono, e che magari fra - nel mio caso- 7/8 anni piangerò rimpiangendo questi momenti quando, certa di essere stata una mamma che ha fatto del proprio meglio, mi sentirò dire la fatidica frase "te non mi capisci"... perchè arriverà, e allora sono cacchi!!!! Bacio e FORZA E CORAGGIO!

Emanuela ha detto...

Carissima.... io mi sento come te parecchie volte!! Non c'è mai un attimo per fare quello che vorrei io. Mi ritrovo ad essere contenta di poter fare la spesa con calma se un pomeriggio vanno i nonni a prenderle a scuola. O_O non va bene così... e quindi, lo sai, noi abbiamo escogitato i fine settimana lunghi solo per noi. Massimo 4 giorni dove i nonni riescono a sopravvivere ma noi riprendiamo fiato, anche come coppia perchè no!! Fuggire lontani a fare gli sposini ci fa bene e si riparte con una nuova carica perchè, diciamocelo, non siamo macchinette e ogni tanto bisogna mettersi in pausa!! Provare per credere! Noi "evadiamo" il 9 marzo e contare i giorni, studiare la guida, pensare alle valigie.... fa un sacco bene al cuore! ;) e le piccine per 4 giorni staranno a farsi viziare dai nonni!

Nelli ha detto...

Elisa... ho amiche che stanno come te. Purtroppo è normale sopratutto se sei una persona che fino a prima della gravidanza aveva tanti interessi. Purtroppo la società italiana ti vuole super mamma, super moglie, e super lavoratrice (altrimenti non ci campicon lo stipendio del Leo). Il tuo "problema" è comune a tutte le mamme di oggi (tolte quelle che non hanno altro nella vita oltre ai figlioli). Soluzione? un pò di sano egoismo che 1 volta al mese ti fa prendere una babysitter (se non hai i soldi la rete ti aiuta) e prenderti un pò di tempo per te stessa. Fosse anche solo per andare dal parrucchiere.
Non mollare e quando stai alla frutta chiama che io e la Simo ti si porta fuori a svagarti un pò. Ti abbraccio forte forte

Anonimo ha detto...

vorrei scriverti tante cose,ma...non ho tempo nemmeno per internet!!!a volte mi chiedo cosa avessi da lamentarmi della mancanza di tempo prima!l'essere genitori regala tanta gioia ma sicuramente è una prova fisica e psicologica non da poco.
un bacione

elle

Eleonora ha detto...

Non m'è riuscito nemmeno risponderti a modino ma..... piena solidarietà e condivisione!!! Jacopo non va all'asilo dal 13 Dicembre.... come sti semrbo messa???

Beatrice ha detto...

Eli, concordo con tutto quello che hai scritto sul blog. Io non ho aiuti e per di più sto fuori Firenze. Il mio uomo a volte via anche per giorni interi per lavoro, per me è veramente pesante e delle volte posso dire di essere depressa. Dice che è solo un fatto di organizzazione. Per me no!

Lucia ha detto...

Il fatto che riesca a risponderti solo adesso la dice lunga sul tempo che ho a disposizione per durante la giornata... dai, ti ricordi che cosa mi dicesti ad una festa di Natale tre anni fa? io mi lamentavo che non avevo tempo nemmeno per farmi una doccia in pace (e ancora non ce l'ho) tu mi dicesti che è normale sentirsi così sopraffatte e se il pupo è adorabile ti senti ancora di più merda.... quindi Eli sfogati, fai bene e ti fa bene perchè è del tutto normale sentirti così... baci

Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...