sabato 8 agosto 2009

Osteria Santo Spirito

O via giù, e recensirò l’Osteria Santo Spirito… è passato un po’ di tempo, e i ricordi si sono un po’ annebbiati, o forse è solo che non mi piace fare recensioni negative, ve ne sarete accorti… ma quando ce vo, ce vo.

L’avevo scelto per festeggiare il mio comple con Illeo, Seba e la Giulia, venuta on purpose dalla Liguria con furore. Volevo stare in centro, non ci vado mai cavolo, da quando non lavoro ci sarò andata si e no 5 volte per diletto, e un va bene, io adoro il centro, ma tra parcheggi, ztl, cazzi e ramazzi, e soprattutto prezzi allucinanti dei ristoranti, un ci si va mai.
Insomma, volevo il centro e se possibile all’aperto. La scelta è ardua, sembra assurdo ma non ci sono molti locali decenti con dehors a Firenze..
I posti che mi erano venuti in mente erano:
*Boccadama – no perché c’era uno spettacolo in Santa Croce
*13 Gobbi – l’è un po’ che gli fo la punta, ma avevo paura di una steccata esagerata,qualcuno sa how much?
*Pandemonio, Cambi e Vecchia Bettola ci son stata di recente
*ai 4 Leoni un ci vo per principio (una vecchia storia…e una vomitata mega…)

Altri un me ne venivano. Propendo per l’Osteria Santo Spirito, ero ben disposta a sfatare la mia iniziale idea che era una trappola per turisti, da qualcuno avevo sentito dir bene, o giù andiamo.
Al telefono preciso che avevamo un passeggino, che ci dessero un tavolo che non fosse d’impiccio né per noi né per il cameriere, ma niente, ce ne da uno nel mezzo che una volta stanziati guai a muoversi… come tutti i dehors del centro i tavoli son pigiati, per fare il più pieno possibile… e vabbè, menomale che Seba è abbastanza collaborativo e non ha ancora bisogno di fare giratine calmanti…

Il servizio è stato molto freddo e militaresco: quello che c’è nel menu, punto e basta. E nel menu non è che c’è tanta roba, anzi… chiedo di poter variare un antipasto: mi piacevano i pomodorini secchi, ma non le salsicce di cinghiale che li accompagnavano, allora chiedo di poterli sostituire con i crostini neri, che erano parte del piatto “crostini neri e fettunta”, ma no, la risposta è stata:
“no. non si può fare. Perché uno viene dalla cucina e uno dal banco”
Ok, scusa. Mi rendo conto che avere a che fare con una cucina con 18 cuochi e 20 fuochi e un banco lungo 10 metri e 3* a preparare sia difficile. Scusa il disturbo.
Faceva parte del mio antipasto il pecorino. L’abbiamo assaggiato in tre, ma a nessuno è sembrato pecorino. O se lo era, mi garberebbe sapere che pecorino era*, perché assomigliava molto al brie.
E comunque c’è modo e modo di dire le cose, io son sempre più convinta che un sorriso sincero possa addolcire qualsiasi rifiuto, alle nostre cameriere sembrava gli fosse morto il gatto, anche solo chiedere l’acqua in più sembrava un peso.
Nella lista dei primi non c'era niente di appetitoso,decidiamo di sorvolare.
Nei secondi l’unica cosa che si salvava era la tagliata, che però avevo mangiato tipo la sera prima, allora punto sull’anatra, ma quando arriva vi assicuro che non si poteva mangiare, aveva un gusto strano e anche la cottura era sbagliata*. Leo si è offerto per fare a cambio, amoroso, ma non l’ha potuta affrontare nemmeno lui.
Il dolce per fortuna si è salvato, un tortino di cioccolato con salsa di mirtilli, ultimamente m’è preso la fissa per i tortini al cioccolato.
A favore c'è l’apparecchiatura, molto semplice ma carina, con dei mini colapasta a mò di cestino del pane, e il patè di olive già in tavola. E anche la presentazione dei piatti, molto curata.
Il prezzo naturalmente caro*, considerando che s’è mangiato 3 antipasti, 3 secondi senza contorno, ah già questa un ve l’ho detta, un c’erano i contorni, e 1 dolce totale 111 euri.
Bella serata grazie alla Giulia e i miei amori Leo e Seba, e poi in Piazza Santo Spirito c’era il concertino, ma non certo grazie all’Osteria Santo Spirito... trappola per turisti? un pochino si...
Metto comunque i dati:
Osteria Santo Spirito
Piazza Santo Spirito, 16
055 2382383
* NB leggere i commenti per delle precisazioni in merito
L'apparecchiatura
Pomodorini secchi e salsicce di cinghiale
L'anatra... bleah...
il tortino di cioccolata con salsa di mirtilli

10 commenti:

simona ha detto...

icché volevasi essere pecorino quello della foto? NN ho mai visto un pecorino che si spalma sul pane....tourist's trap, of course. Gli rivogano ogni cosa tanto sai a sa': loro pecorino, brie, ricotta...

se era pecorno quello, io son svedese!!E dico tutto!

Demonio Pellegrino ha detto...

se quello e' pecorino, Berlusconi non e' uno che va con le giovIni.

Scolta, Elisa: il mio capo americano viene a Firenze a fassi du' giri. Gli volevo raccomandare un paio di ristoranti, e pensavo il Cambi, il Latini, l'Osteria de' Benci, la buca lapi e Angiolino.

Considera che lui vuole mangiare tipico, quindi poche segate.

Che dici? Va bene come listina?

Spero che te, illeo e l'ex fagiolo stiate bene.

Elisa ha detto...

ciao Demonio,
la lista va bene, io ci metterei anche osteria di giovanni e osteria del caffe italiano.

oh, io te lo ridico,se c'ha bisogno di un guided tour... ;)

Demonio Pellegrino ha detto...

Grazie Elisa, nielo dico al capo che se vole una guida...

giulius80 ha detto...

Alla fin fine però siamo stati bene!!!... la tagliata era salata a bestia ma l'ho mangiata tutta!!!!

Anonimo ha detto...

Cara Elaiza, mi dispiace che si sia trovata male all'osteria. Senza dubbio la sala all'aperto, con un passeggino, non è il posto più ideale e sul servizio non posso garantire, non sapendo chi La abbia servita, ma per correttezza ci tengo a puntualizzare alcune cose...
-preferiamo non fare modifiche/aggiunte ai piatti per evitare successivamente possibili discussioni sul prezzo;
-in tutta l'osteria ci sono: 8 fuochi di cui in uno viene tenuto fisso il bollitore, con due cuochi, uno per i primi l'altro per i secondi, talvolta per entrambe le funzioni ce n'è uno solo, una o due persone al banco/insalate, un lavapiatti e da 1 ai 4 camerieri (nelle occasioni speciali), ergo le sue affermazioni se non sono del tutto sbagliate quasi nessuna è giusta;
-per Sua informazione personale e per quella degli ignoranti berlusconiani che le hanno lasciato un commento il pecorino che le è stato servito è di una qualità molto cara chiamata "Buccia Di Rospo";
-è scorretto anche affermare che ai primi non ci sia niente di buono, ci sono degli gnocchi gratinati al profumo di tartufo che sono la fine del mondo, pasta d'uovo fresca alla chitarra, tagliatelle alle cozze, rigatoni al pomodoro con ricotta salata e primi tipici toscani, mi fermo qui perchè mi viene fame solo a pensarci;
-per i secondi? oltre alle tagliate da Lei citate, coniglio, spezzatino, grigliata mista, suprema di pollo e quant'altro Le dicono niente? I gusti saranno gusti ma è irrispettoso disprezzare il cibo e il lavoro delle persone che ci stanno dietro;
-per quanto riguarda la preparazione della carne il cuoco si impegna a darle una cottura ottimale se poi il cliente gradisce una cottura prolungata è a sua discrezione informare il/la cameriere/a. La tagliata d'anatra deve essere ben cotta ma non bruciata nella parte esterna e all'interno quasi al sangue per poi essere condita con un aceto balsamico che di più buono e denso non si può trovare, garantito.
-sul prezzo non sarà un ristorante all'insegna dell'economia ma se una persona, anche solo per curiosità, si prende la briga di farsi un giro in centro per dare un'occhiata ai prezzi dei ristoranti, potrà notare di quanto ci teniamo bassi rispetto a questi. Poi c'è da vedere quali piatti ha ordinato e quale vino, ovviamente se lo ha preso. Comunque se Lei ha ordinato un secondo da 20€ credo che anche gli altri piatti si siano tenuti su quel prezzo, ma è solo una considerazione personale.
Concludendo, rinnovo il mio rammarico sul fatto che Lei si sia trovata male ma gradirei gentilmente una rettifica nel Suo blog. Cordiali saluti.
Do anche un'ottima alternativa all'Osteria Santo Spirito, per coloro che hanno gusti semplici e sempliciotti e desiderano spendere poco, per Voi c'è Mc Donald

Elisa ha detto...

Gentile Anonimo,

come vede pubblico volentieri il Suo commento, con le Sue precisazioni.
Io La ringrazio sinceramente di avermi scritto, non è usuale che i titolari o comunque chi abbia a che fare col posto in questione, si facciano sentire.
Giustamente Lei ci ha tenuto a precisare sull'argomento, e io Le do ascolto.

Per il pecorino in particolare La ringrazio della precisazione, ma se mi permette un consiglio, sarebbe forse meglio scriverlo sul Menu, visto che è una qualità così particolare, perchè normalmente se un cliente ordina del pecorino si aspetta il classico toscano, o perlomeno io!

Per il resto, avevo colto una certa sincerità nelle Sue parole, quando si dichiarava dispiaciuto per la serata non al top, ma visto il tono del resto del Suo intervento non sono così sicura...

Comunque...tornerò sicuramente all'Osteria Santo Spirito, e posso dirLe per certo che sarò ben lieta di scriverlo, se la serata mi servirà per smentire l'opinione che mi sono fatta.

Cordiali saluti,
Elaiza

illeo/ibbabbo ha detto...

mi piace il fatto che ci siano state delle precisazioni e delle spiegazioni sulle dinamiche del ristorante e del menù, meglio così.
la libertà di stampa (in questo caso di giudizio) è ancora più affermata in questo caso.
ma rettifica per cosa?
chi ha scritto il post ha espresso un suo giudizio, non del tutto negativo.
le critiche a volte possono essere costruttive, no? ma non mi pare questo il caso.
mi scuso con Lei sig. Anonimo ma non mi è piaciuto affatto il suo finale di commento.
se non piace l'osteria di santo spirito si passa direttamente ad essere palati per mcdonald? mi sembra un pò azzardato...
ci sono anche molte e ottime alternative ad entrambe le posizioni.
saluti

giulius80 ha detto...

Gentile Sig. Anonimo
ero presente alla cena e trovo che Elisa sia stata anche fin troppo diplomatica sul giudizio del suo ristorante. Eravamo in tre e in tre abbiamo avuto la stessa impressione . E siamo tre che hanno girato altri ristoranti di Firenze a proprio per questo possiamo azzardare tranquillamente un giudizio sul prezzo ragguardevole perchè altre osterie della stessa categoria della sua hanno magari gli stessi prezzi ma menu e personale un pochino diversi che lasciano nel cliente una impressione diversa . Dissento sull'andare al Mac perchè mi creda ci sono posti migliori dove mangiare a Firenze a prezzi ragionevoli . Fossi in lei dopo un giudizio di una cliente per niente diffamante ma con parecchi punti su cui riflettere , anzichè concludere in maniera così tagliente userei altri termini un pochino più concilianti. Con la crisi economica investire e fidelizzare la clientela locale è il miglior investimento , visto la flessione degli stanieri a Firenze. E infine mi permetta :
"Senza dubbio la sala all'aperto, con un passeggino, non è il posto più ideale e sul servizio non posso garantire, non sapendo chi La abbia servita" Elisa ha telefonato e ha chiaramente detto che aveva un passeggino e nonostante ciò la posizione del tavolino non era affatto comoda e poi cosa vuol dire che sul servizio non può garantire? Io faccio lo stesso lavoro delle sue dipendenti e se sbaglio qualcosa, se il mio servizio è lento o scorbutico e un cliente si lamenta la faccia ce la mette il mio titolare in primis perchè mi ha assunto .Poi lui se la vedrà con me in privato ma francamente lei è responsabile per il servizio che viene prestato nel suo ristorante. Proprio da cameriera le posso dire che la ragazza che ci ha servito aveva un approcio gelido con la clientela e poco collaborativo . Le mie sono opinioni certamente sindacabili ma visto che siamo in uno Stato di Diritto e non stiamo diffamento o insultando lei e il suo locale , sono libera di esprimerle.
E mi firmo con nome e cognome.
Giulia Rossi

Demonio Pellegrino ha detto...

Ma CHI E' QUESTO qui? Di sicuro e' uno che l'italiano non lo sa leggere: il mio commento non era da berlusconiano. ho detto che "se quello e' pecorino, berlusconi non va a giovini". Che e' come dire, e se e' toscano capira', "se quello e' pecorino, cicciolina e' vergine".

Detto questo, se appartiene a una categoria di pecorini fatti da monaci tibetani con la mano sinistra, mentre la mano destra e' legata dietro la schiena, lo scriva. Noi ignoranti quando troviamo scritto "pecorino" ci s'immagina il pecorino.

Comunque se lei pensa di attirare clienti mandandoli, praticamente, affanculo dicendo loro che se non vogliono spendere per la sua (presunta) qualita' possono andare al Macdonald, le assicuro che i miei soldi non li vede di sicuro.

L'arroganza nel commercio porta poche volte a qualcosa. Specialmente se si risponde in malo modo a critiche che mi parevano assolutamente fondate.

Saluti e in bocca al lupo: da parte mia le garantisco che quando qualcuno mi chiedera' dove andare a mangiare a Firenze, diro' esplicitamente di NON venire da lei.

Leggi anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...