venerdì 25 settembre 2009

Il Mio Presidente ha mollato....

Io sono in lutto per davvero, fanculo a chi gl'aveva da bubare, accident'a chi non s'accontenta mai, un capite una sega, loro hanno fatto davvero il bene di questa città, con o senza uno sguardo al lucro personale, ma hanno riportato Firenze calcisticamente parlando in luoghi così arieggiati che ci eravamo dimenticati esistessero, e fanculo a chi queste cose le dimentica troppo in fretta.

Chi non è appassionato del calcio in questo momento si evita un grande dolore al cuore e allo stomaco. Così è come mi sento io.
Torna Presidente, questa città di cretini che gli manca sempre la terra sott'a piedi ha bisogno di te. Anche se ha un orgoglio talmente grande da veri stronzi che magari manco te lo verranno a dire. Io te lo dico invece: TORNA A ESSERE IL NOSTRO PRESIDENTE! Crediamo in te, e nel vostro progetto, ci fate e ci farete solo del bene, ne sono sicura!!

Per chi non sa cosa è successo, per esempio Liberino che sicuramente nei Paesi Baschi non sarà arrivata questa bomba, pubblico per intero la lettera aperta che Andrea Della Valle ha mandato ai tifosi viola in spiegazione alla sua decisione di lasciare la Presidenza

Cari tifosi, oggi ho assunto la decisione di fare un passo indietro.Da alcuni mesi avverto in modo forte che non c’è più la necessaria condivisione del nostro “Progetto” che, con coerenza e serietà, ho cercato di portare avanti in questi anni di mia Presidenza, grazie anche al grande e decisivo supporto di Voi tutti e della Città.Un clima ben diverso da quello che si percepiva anche quando andavamo tutti a sostenere una squadra che si chiamava “Florentia Viola” (non avendo trovato al nostro arrivo nemmeno il nome storico della Società), che giocava in serie C 2 in piccoli paesi della provincia italiana.Momenti in cui si sentiva chiaro l’amore comune, e la voglia di accettare una sfida, per una squadra che aveva di fronte un percorso lungo e difficile, e da più parti ritenuto impossibile.Tutti insieme, da allora, abbiamo fatto tanta strada, e credo che dobbiamo esserne orgogliosi; abbiamo ridato alla bella Città di Firenze una squadra ai vertici del calcio nazionale ed europeo, una Società solida e ben gestita, una tifoseria che tutti riconoscono corretta, passionale ed appassionata.Questo è stato possibile non solo perché gli investimenti economici fatti dalla Proprietà sono stati molto importanti, ma prevalentemente perché tutti noi, Società, dirigenti, tifosi, Città e precedente Amministrazione, abbiamo creduto fin dall’inizio che il “Progetto Fiorentina”, se fossimo rimasti uniti, l’avremmo potuto realizzare.Vi assicuro che alcuni momenti di grande amarezza, che ho vissuto negli anni passati, sono stati superati proprio grazie al calore che Voi tifosi avete sempre fatto sentire a me e alla Società.Il futuro dovrà essere quello di avere una Società sempre meglio organizzata, che abbia, o possa generare, le risorse necessarie per autofinanziarsi e, allo stesso tempo, guardare ad importanti obiettivi sportivi, che sono poi la parte che, giustamente, è più vicina al cuore dei tifosi.Per realizzare questo sogno, tenendo conto dei tempi necessari, ciò che più occorre, oltre ai mezzi economici, è la fiducia e la convinzione reciproca di tutti noi che questi obiettivi li possiamo raggiungere, e la pazienza e la costanza necessaria per ottenerli; proprio la fiducia è quello che ora ho sentito mancare intorno alla Società; ed è quindi questo che mi ha portato a decidere di prendere una pausa di riflessione nella gestione diretta della Società.Del resto progetti così ambiziosi si possono realizzare solo se ci sono enorme fiducia e condivisione forte degli stessi obiettivi e degli stessi principi, altrimenti l’insuccesso, la confusione ed il malumore saranno sempre in agguato, permettendo che sia privilegiata la piccola polemica del momento (peraltro spesso anche giusta) e facendo perdere il senso dell’obiettivo finale.Per quanto riguarda l’indispensabile rapporto di fiducia reciproca, con grande franchezza, voglio che la Città di Firenze e tutti i tifosi sappiano che, se si ritiene che ci sia qualcun altro, più adatto di noi a portare avanti questo progetto, si faccia avanti ora e, se avrà le necessarie garanzie per attuarlo, siamo pronti a farci da parte e consegnargli in mano la Società, se questo è quello che serve. Quello che a me sta più a cuore è che questa Società raggiunga obiettivi sempre più alti e che tutti quelli che la sostengono con fede siano soddisfatti e sereni.Voglio cogliere l’occasione per ringraziare ancora una volta tutti quelli che lavorano nella Fiorentina, rassicurandoli che la gestione della società è in ottime mani e sarà portata avanti da chi già la conosce bene.Un abbraccio caloroso alla Squadra e allo Staff Tecnico, un gruppo affiatato di professionisti seri e preparati che ringrazio per i grandi risultati finora ottenuti.Un saluto a tutti quelli che vogliono veramente bene alla Fiorentina, assicurando loro che la mia passione per la “Viola” non cambierà di una virgola.

Andrea Della Valle

sabato 12 settembre 2009

Unn'avrà mica intenzioni di vendere???

E' l'argomento prediletto dei fiorentini appassionati di calcio. Avvicinatevi a qualsiasi capannello di gente fuori dai bar e circolini e sentirete parlare di questo. Intenditori e non accampano ipotesi, congetture. I più pessimisti caldeggiano scenari spaventosi. Firenze che ripiomba nel buio, nella tristezza e nella pochezza di campi sconosciuti, ahimè da noi assaggiati, come la Quarratese o il Gualdo Tadino...
Ma Della Valle, un venderà mihaaaa?!?!






I sintomi ci sono:

- mercato anno 2009/2010 - quasi assente - terminato con una plusvalenza di 28 milioni. S'è venduto ogni cosa: Pazzini anno scorso, Kuz, Semioli, Da Costa, Melo, pure i magazziniere hanno venduto... Acquisto? Castillo, alias Nachos... ...o chill'è questo? Della serie, speriamo un si faccia male nessuno quest'anno, sennò chiamam me a giocare...

- leticate frequenti e rimpalli continui con la giunta comunale, per questa famosa e famigerata Cittadella Viola, che secondo me l'è il nocciolo vero della questione

- conferenze stampa piccate per scritte anonime sui muri intorno allo stadio, in particolare una apparsa all'indomani della vendita di Filippone Melo niente popo di meno che alla Giuve "Melo venduto? Zero abbonamenti" per cui il Presidente s'è incazzato parecchio, dice, maremma siam pieni di persone un tantino permalosette alla Fiorentina... Prandelli tu gni dici pio su un cambio "no ma allora io vo via da Firenze" Corvino tu gni dici pio sul mercato un pò sciapo o che piglia giocatori mai sentiti nominare "ah ma l'è 4 anni vu avete vincete 5 scudetti a Firenze, allora veniteci voi a fare i diesse" ora pure i Presidentissimo mi si impermalosisce per una scritta anonima, allora nini mia, voi siete forestieri ok ma l'è quarc'anno che vu siete a Firenze, un vu l'avete capiti ancora i fiorentini??? I fiorentini e l'hanno da ridire su tutto, sempre e comunque, ma in fondo in fondo hanno il cuore d'oro e quando amano lo fanno davvero, e non dimenticano.

Io l'ho sempre difeso il Presidente, in curva quando sento dargni di braccino o di buccia, io lo so che son commenti veraci di persone che vorrebbero solo per una volta rialzare quella bella coppina vinta ormai 20,000 anni fa, o quando addirittura vagellano e invocano Cecchi Gori, state boni che a quest'ora s'era a giocare con la Rondinella...

C'è da dire che i DV hanno comprato la Fiorentina a costo quasi zero, e a livello imprenditoriale hanno fatto il vero busco, con tutta la questione legata poi agli sponsor giapponesi che di riflesso hanno incentivato sicuramente le vendite della Tod's, poi che si siano affezionati e Andrea sia diventato un tifoso sfegatato, questo fa piacere, ma insomma, inizialmente un l'hanno certo fatto pè i Sussi.

Anche loro hanno fatto un gran bene a Firenze, ma tanto bene, anche a livello morale, ci voleva proprio una famiglia perbene come loro..
...però ci son rimasta un pò male quest'anno...

Venderà?...
No Andrea un vendere per favore...
Aggiornamenti: maremma insudiciona, e lo sapevo io... convocata una riunione straordinaria del CDA, si parla di dimissioni del Presidente...
O è un'escamotage, perfettamente riuscito, per far cacare sotto i fiorentini, in vista della riunione sulla Cittadella... ma che si fa queste uscite la sera della Champions?.... poi la partita ha seguito il suo corso al di là di questo fatto, li ho visti molto concentrati in campo, ma poteva andar diversamente...
e tutto per dei cori e delle scritte anonime?... no via, Presidente un c'abbandonà....
Glossario:
Braccino, o buccia: due varianti del più conosciuto tirchio. L'etimologia del primo è chiara, braccino da braccio corto, che non arriva a frugarsi in tasca. Del secondo ignoro la provenienza
Sussi: un si sa mica icchè vor dire... ma si dice che nel senso "un lavoro mica per i sussi" = un so mica qui a gratis

giovedì 3 settembre 2009

Aggiornamenti

Sti cazzi è dura la vita della mamma lavoratrice casalinga.... son lessa lessa lessa e faccio solo 6 ore per l'allattamento, quando tornerò a 8 mi salteranno le gambe. Non riesco neanche a conciliare il lavoro come guida ancora, e questo mi fa girare alquanto i maroni, con tutto il culo che mi son fatta. Vediamo però, è solo questione di abitudine e di organizzazione.

Allora? voi, icchè fate? settembre è ricominciato a palla? dal traffico di stamani posso dire che i fiorentini son tutti tornati, e son già tutti incazzati come se manco fossero stati in vacanza, crristo dio. A lavoro da me la crisi c'era fino a credo il 18 agosto, aspettavano tutti il mio rientro evidentemente, siamo pieni come l'ova o quasi e siamo sotto di personale = ci si fa un culo come una casa e si sta andando verso l'utilizzo del catetere perchè un ci s'ha nemmeno il tempo di fare plin plin. figurati plon plon.

Poi l'è ancora un cardo che s'abbaia e quando sudi come un animale è difficile pensare e mantenere la calma. La prima settimana di lavoro avevo il sorriso durbans, poi durbanino e già questa settimana all'ennesima "hi, question for you" si è intravisto il primo canino, attendo lo scatto-schizzo per la prossima settimana.

Via bona per ora, ci si alla prossima, ho due ristorantini da commentare, l'Osteria del Borro nel Valdarno e il ritorno all'Aqaba, da dieci!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...